Forse dall’Oltrepò Pavese

Forse dall’Oltrepò Pavese

Forse crepo, forse sono stanco,

avvolto da questo incerto bianco,

forse è nebbia, forse cataratta,

forse è corda, forse… è cravatta,

intorno a me, silenzioso odore

di funghi, nel tiepido calore

che sale da queste foglie morte

colgo i vapori della mia sorte,

alle mie spalle, raccolto il bosco

sale, in fronte la Val Padana

si nasconde nel suo fumo fosco,

pur la sua pretesa sarà vana,

questo corrusco cielo conosco,

corrode l’anima mia gitana.

Milano 2 dicembre 2007

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: