Medici di famiglia – Medicinali omeopatici per la fecondità

Medici di famiglia

C’era una volta un tempo, lontano, in cui, quando una persona stava male , si metteva a letto si misurava la febbre e,  se l’aveva, telefonava al medico e quello andava a visitarlo a casa…

Per dare la misura di come il mondo cambi in poco tempo a volte racconto ai miei nipotini, di come si riordinava la casa e si preparava l’asciugamano pulito, di come la mamma ci facesse nascondere sotto le coperte, mentre arieggiava la camera da letto in attesa del “dottore”, ma non mi credono!

Eppure era proprio così! Posso testimoniarlo: un tempo si pensava che con la febbre si dovesse stare al caldo sotto le coperte e non andare nella sala d’aspetto di un dottore a scambiarsi virus e batteri come oggi.

Ma, forse, fa tutto parte di un piano, si cerca di formare generazioni più resistenti, forse c’è dietro un disegno di eugenetica si cerca di selezionare giovani resistenti alle malattie o forse dietro a tutto questo c’è il tentativo di diminuire la spesa per le pensioni, diminuendo i pensionati, ma allora perché vaccinarli? O forse è in corso un ardito esperimento, si cerca di far combattere i virus tra loro nel corpo d’inconsapevoli pazienti.

Medicinali omeopatici per la fecondità
A proposito d’influenza, in questo strano inverno, il primo dopo la “suina”,  mi capita di ridere da solo ogni volta che sento, alla radio, la pubblicità di una ditta farmaceutica omeopatica francese alla radio, il suo presidente,  in persona, dice che la sua è un’azienda familiare da 4 generazioni, poi afferma che sono in quattromila nel mondo. Ciumbia! Scopano come conigli!

Poi, sempre il fecondo presidente, afferma che i suoi farmaci li possono prendere tutti, perché non hanno controindicazioni, evidentemente hanno studiato bene il messaggio per il loro target di clienti, che depressione! Accorgersi, in questo modo, che l’imbecillità della media della popolazione sia sancita così platealmente, addirittura nella pubblicità, e nessuno ci faccia caso. Il pane non possono mangiarlo tutti, ci sono i diabetici, i celiaci, gli allergici vari, in ogni tipo di biscotti è presente l’avviso che nello stabilimento vengono trattati sesamo e frutta secca, se nel minestrone surgelato ci sono le fave, sono segnalate e via di questo passo, solo i medicinali omeopatici non possono far male a nessuno, ci sarà un motivo?

Qualcuno suppone che sia perché non contengono niente, (infatti l’omeopatia si basa proprio sul principio che tanto maggiore sia la diluizione tanto maggiore sia l’effetto) tenendo presente che nessuno di noi beve acqua distillata e che comunque anche con quella non si sarebbe sicuri di non ingerire qualche atomo o qualche molecola delle sostanze più diverse, ci si potrebbe chiedere a che scopo pagare come un farmaco dell’acqua con tracce inquantificabili di sostanze vegetali o minerali, tra l’altro le stesse sostanze che, in dosi massicce, provocherebbero sintomi simili a quelli che il paziente accusa (anche questo è uno dei principi dell’omeopatia), ma tant’è nessun ragionamento potrebbe mai scalfire una vera fede.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: