L’acqua del Rio delle Amazzoni cura omeopatica per ogni malattia.

Pare che io sia l’unico pirla che conosco a non prendere l’Oscillococcinum, quindi mi sono un poco documentato, come faccio sempre prima di assumere qualunque farmaco , ecco i risultati.

Qui una spiegazione di cosa si tratta, in poche parole è un autolisato di fegato e cuore di anatra selvatica alla diluizione 200K che sono equivalenti, per alcuni omeopati, a una diluizione.  fra 9 e 12 CH,

volendo un numero possiamo assumere l’intermedio 10 CH

cioè 1 molecola di codesto lisato ogni 10 alla ventesima molecole di solvente,

cioè 100.000.000.000.000.000.000,

cioè 100 quinquilioni di molecole di solvente,

purtroppo per altri omeopati invece 200K equivale a 5CH

quindi si tratterebbe di 1 molecola di lisato ogni 10 alla decima,

cioè 10.000.000.000,

quindi ben una ogni dieci miliardi!

Non si tratta del doppio, come sarebbe facile pensare, ma di 10 miliardi di volte di più!

Perbacco anche se si trattasse di carezze tra una e dieci miliardi c’è una bella differenza!

Ma partiamo dal lisato di fegato di anatra selvatica, si tratta di lasciare il fegato e il cuore di tale anatra a decomporsi in ambiente sterile per tre settimane, già questa cosa mi lascia perplesso e un po’ schifato, ho cercato di scoprire perché si debba trattare di anatra selvatica ma non ho trovato risposta.

Volendo effettuare una diluizione K, come dice di fare Boiron, bisogna agire così: si diluisce 1 g di tale lisato in 99 cc di acqua  e si scuote verticalmente (“succussione”) per un certo numero di volte, poi si butta via tutto, nel recipiente si versano allora altri 99 cc di acqua e si scuote di nuovo, poi si versa via il tutto e si riempie di nuovo con 99 cc di acqua si scuote e così via per 200 volte, la “diluizione” è data da quel che rimane attaccato alle pareti del recipiente che, ad ogni “risciacquo” dovrebbe essere meno concentrato, siccome la diluizione effettuata in questo modo dipende dal materiale del recipiente e dalla sua forma pare sia difficile, se non impossibile dare una equivalenza esatta tra le diluizioni K e CH.

Se avete guardato il link del 200K avrete scoperto che questo tipo di diluizione fu inventata sui  campi di battaglia per fare le cose spicce, ma in un laboratorio non avrebbe ragione d’essere usata, eppure la Boiron, come le altre aziende del resto, continua a usarla, così nei vari siti ferve il dibattito tra i pazienti omeopatici per capire, quando vanno all’estero o cambiano spacciatore, se 100 K corrisponda o meno a 100 CH, ma quel che è più bello e che i vari “medici” omeopatici esprimono pareri tanto discordi sull’equivalenza di un tipo di diluizone rispetto a un altro da dare risultati appunto 10 miliardi di volte maggiori uno dall’altro!

Torniamo alle diluizioni, secondo una certa maggioranza dei siti di omeopatia 200K  equivale a circa 10 CH,

o a 1 g di soluto ogni 10 alla 20esima g di acqua,

cioè 1 g di soluto ogni 10 alla 17esima litri o, se preferite,

1 g di soluto ogni 10 alla 14esima metri cubi di acqua,

cioè tanta acqua quanta ne porta il Rio delle Amazzoni in 18,12 anni.

Può darsi che in questo bailamme di potenze abbia fatto qualche errore, se volete segnalarlmelo ve ne sarò grato.

Annunci

4 Risposte

  1. […] da sostanze tossiche (non di rado il principio attivo lo è, ma, come abbiamo visto in altri post, la diluizione è tale da trovare difficilmente tracce di tali sostanze) o da […]

  2. […] da sostanze tossiche (non di rado il principio attivo lo è, ma, come abbiamo visto in altri post, la diluizione è tale da trovare difficilmente tracce di tali sostanze) o da […]

  3. La XMK corrisponda a quale CH?
    Grazie.

    • Se vuoi farti due risate vai qui (http://omotossicologia.blogspot.it/2009/07/risposta-quesito.html) dove l’autore risponde a quesiti come il tuo, con la consueta logica omeopatica (tanto più fondamentale è il quesito tanto minore è la chiarezza della risposta) oppure a quest’altro sito (http://www.almonature.eu/it_it/index.cfm/vet-forum/omeopatia/patologie-trattamento-omeopatico-2c2b0parte/) in cui sembra farsi un parallelo tra 200 CH e XMK, ma anche MK è dato per più o meno equivalente, anche se dovrebbe esserci una differenza di dieci “succussioni” cioè a dire che bisogna svuotare il recipiente del contenuto, riempirlo di acqua e agitarlo per dieci volte in più nel XMK il che dovrebbe indicare una diluizione molto maggiore, ma tant’è sanno anche loro che, a quei livelli, comunque di principio attivo ce ne è tanto quanto se ne può respirare entrando in una farmacia che non abbia medicinali omeopatici, ma solo depliant di farmaci omeopatici. Buon divertimento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: