Risparmiare in sanità, non sembra così difficile visto come stanno le cose.

La Repubblica.i, qui, riporta un fatto che sarebbe ridicolo, se una persona non avesse corso seri rischi: un bambino a Ostuni, morso da una vipera è stato portato all’ospedale di Brindisi, “che però non aveva il siero antivipera per cui le forze dell’ordine hanno battuto gli ospedali della zona per trovarlo” è stato trovato a Bari e portato al bimbo che ora non corre pericolo di vita, dopo si è scoperto che l’ospedale di Barletta, una sessantina di km più vicino ne era dotato.

Comprensibile forse che, volendo risparmiare, dato anche le scarse occasioni d’uso del siero, non tutti gli ospedali ne siano dotati, ma che non ci sia un data base, accessibile a tutti i posti di prontosoccorso nazionali, dei farmaci salvavita disponibili presso i diversi nosocomi italiani mi sembra impossibile, il costo di un servizio del genere sarebbe minimo a fronte del risparmio. Non voglio credere che non esista e se avete prove in questo senso vi diffido dal farmelo sapere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: