Mario Baudino e i genocidi di seconda categoria.

Mario Baudino su La Stampa scrive:

Grass e l’Olocausto
…Lo scrittore, icona culturale della sinistra tedesca, parla con un giornale israeliano e ricorda le vittime militari e civili della seconda guerra mondiale, l’invasione russa, il prezzo pagato dalla Germania. Spiega che «la follia e il crimine non erano espressi solo dall’Olocausto, e non si sono fermati alla fine della guerra». E aggiunge: «Non dico questo per diminuire la gravità del crimine contro gli ebrei, ma l’Olocausto non è stato l’unico crimine». Qualcuno gli ricordi che non assomiglia a nessun altro. E, quantomeno, è stato il primo.”

Io, caro Baudino, non capisco cosa ci sia da eccepire su tale dichiarazione, forse la sintesi che lei riporta non coglie appieno il senso su cui lei dissente, ma basandomi sulle frasi riportate non vedo motivo di contestazione.

Infatti, anche volendo trascurare i genocidi antichi, tra essi ad es. quelli citati, con giustificazione o addirittura su ordine divino, nel Vecchio Testamento (v. quella degli Amalek) vorrei ricordare a M. Baudino qualche tappa del genocidio del popolo armeno.

1894-1896:  In nemmeno due anni i primi pogrom anti-armeni causano la morte di più di 200.000 persone.

Nell’aprile 1909  massacro di 30.000 persone, nel silenzio generale da parte delle Potenze europee.

1915-1916: In un anno un milione e mezzo di armeni, su una popolazione di un milione e ottocentomila, vengono uccisi.

Mi sembra che il primato temporale dello sterminio degli ebrei, attuato dai nazisti e dai loro sodali, come primo genocidio attuato nel 20° secolo venga quindi a cadere.

Dal punto di vista quantitativo, a quel che conosco, i sei milioni di ebrei, la più alta stima generalmente accettata, rappresentano invece il massimo, in numeri assoluti, tra i genocidi su base etnica del 20° secolo, ho specificato su base etnica in quanto il numero di persone uccise, o condotte alla morte per denutrizione e freddo, nell’URSS durante lo stalinismo è stimato in modo variabile tra 3 milioni e 20 milioni, ma si è trattato di una uccisione di massa non su base etnica, nella maggioranza dei casi.

Che crimini umanitari massivi abbiano preceduto e seguito la seconda guerra mondiale mi sembra indubitabile.

Dunque le sue osservazioni, sulla base delle frasi che ella riporta, sono ingiustificate.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: