Titoli di Stato spagnoli e doppia imposizione fiscale, sesta puntata.

Oggi, a distanza esattamente di un anno dalla richiesta, ho avuto il rimborso della doppia tassazione sui titoli di stato spagnoli, naturalmente senza nessun interesse per la lunga trafila.

Da segnalare che secondo l’Agenzia delle Entrate Milano 4 quest’anno la richiesta dell’attestato di residenza fiscale il inglese, necessario per ottenere l’esonero dal pagamento della tassazione spagnola(19%) o il suo rimborso, non necessita di marca da bollo, il suo costo quindi è solo di € 3,10 da pagare con F23.

Aggiorno anche la situazione sulla politica con la clientela di Webank: in seguito alle mie proteste per il rosso in cui ero incorso per il loro fare storni di cedole, erroneamente duplicate, antedatati di mesi, che mi costrinse a fare acrobazie, mi hanno fatto ristorni antedatati sufficienti a non farmi andare in rosso (spero, verificherò), vero è che io ero riuscito a coprire tutto, solo con qualche giorno di ritardo per una piccola cifra, comunque onore al merito.

Annunci

Aston Martin sfasciata per provarla su strada, è solo un gioco

In questo video tale Roberto Ricci (a quanto scrivono famoso disegnatore di tavole da surf) per provare le massime prestazioni della sua Aston Martin sfreccia a oltre 200 km/h in autostrada e volendo inserire l’assetto “sport” per errore disinserisce il controllo elettronico di stabilità.

Non sapevo che in autostrada negli USA si potesse viaggiare a quella velocità, pensavo che ben prima di arrivarci saltasse fuori la polizia a sirene spiegate e arrivasse l’elicottero con la troupe televisisva, invece a quanto pare finisce tutto senza neppure far scoppiare gli air-bag.

Chissà se al sig. Ricci faranno pagare i danni al guard-rail? O se addirittura gli faranno una multa per eccesso di velocità? Ecco a cosa mi sono ridotto in Italia a guardare le stupidaggini che fanno all’estero per consolarmi di quelle che facciamo in Italia.

Ma i disastri per frane e alluvioni della Tailandia mi consolano del dissesto idrogeologico italiano?

Contare i morti tailandesi e italiani riesce ad elidere la pena per gli uni e gli altri?

Oltre trent’anni fa ai miei studenti spiegavo la dissennatezza dei comuni che deliberavano zone di sviluppo industriale nei letti di piena dei fiumi, chissà se ora qualcuno di loro ha aziende, o case, allagate, o è un pubblico amministratore, ne avrebbero l’età, forse, chissà?

Antonio Di Pietro ha perso un’altra occasione di tacere

Avevamo fatto quasi il callo alle esternazioni sgrammaticate dell’onorevole Di Pietro, ma ora ha colmato il secchio, chiedere una riedizione della legge Reale che ha ucciso, o ha consentito l’uccisione impunita, per “sbaglio” o per “eccesso di pressione sul grilletto” o per “inciampo” di decine e decine di persone durante la sua vigenza è qualcosa che non si può tollerare, per lo meno non può farlo che abbia almeno mezzo secolo sulle spalle e conservi qualche memoria.

All’onorevole Di Pietro ricordiamo che ha due buone pensioni ( da giudice e da parlamentare), ha avuto il suo momento di gloria, impari da Cincinnato e si ritiri a vita privata, magari riuscirebbe a lasciare un buon ricordo di sé.