La manovra imbelle e vile dei “tecnici”e l’eredità del governo passato

Sul Corriere leggo che il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, durante l’audizione davanti alla commissione Bilancio della Camera sulla manovra ha dichiarato: «Le misure di bilancio contenute nel decreto hanno effetti restrittivi sul Pil stimabili in mezzo punto percentuale nel prossimo biennio. L’impatto potrebbe essere in larga parte compensato se il calo dei rendimenti sui nostri titoli decennali osservato nei giorni immediatamente successivi all’emanazione del decreto si confermasse e si estendesse all’intero arco della curva per scadenza» non è chiaro a quale rendimento si riferisca, visto che il grafico di quel tasso è sembrato un grafico di tappa alpina del Giro d’Italia.

Fino a che i capitali finanziari virtuali, che volano sui mercati come avvoltoi, saranno di molte volte superiori ai capitali reali sottostanti, nessuna previsioni di medio-lungo temine sui tassi in questione sarà più affidabile di un oroscopo.

Anche il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, ha delle perplessità sulla manovra finanziaria, dice: «L’aumento delle aliquote Iva e delle accise sui carburanti si trasmetterà, pur in un contesto di stagnazione della domanda, sulla dinamica dei prezzi al consumo, con un effetto di maggiore inflazione che, prudenzialmente, può essere stimato di almeno un punto percentuale» quindi l’inflazione si attesterebbe su un livello superiore a quanto stimato dal governo attuale.

Ma non basta, egli prosegue indicando che l’ammontare stimato della tassazione di un 1,5% in più sui capitali scudati, molto probabilmente sarà difficile da conseguire, in quanto la maggior parte dei capitali sono stati rimpatriati e scudati attraverso società di comodo che probabilmente sono già scomparse,  altra bella eredità della coppia Berlusconi Tremonti che, a fronte di tassazioni del 10- 15 -20% fatte da altri stati per operazioni analoghe, hanno utilizzato l’iniqua aliquota del 5% consentendo anche l’anonimato.

L’altra eredità della coppia di picche è stata il non fare trattati, analoghi a quelli di Germania e Gran Bretagna con la Svizzera sui capitali dei loro cittadini nell’ineffabile repubblica del cucù, prima che arrivasse il “non gradimento” dell’Europa. Così aspetteremo che l’Europa faccia un trattato complessivo e saranno tempi biblici.

Sembra quasi di essere, noi, figli di puttana sfortunata, i quali, morta la madre, fanno i conti di quel che ella gli ha  lasciato e si accorgono che, a parte la sifilide e la gonorrea, c’è anche l’AIDS.

A scoprire quanto la manovra sia stata vile arriva ora anche il cardinale Bagnasco che, in merito all’ICI sui beni vaticani dice: «Se ci sono punti della legge da rivedere o da discutere, non ci sono pregiudiziali da parte nostra» il che dimostra quanto siano più papisti del papa i nostri ministri baciapile.

E gli estimi degli immobili delle banche? Ho letto che non saranno rivalutati nella medesima misura delle abitazioni, mi si è appannata la vista e non so più dove l’ho letto, spero che si sia tratato solo di un incubo in un appisolamento postprandiale alla scrivania.

Ma perdio! A questi “tecnici” si chiede coraggio e lungimiranza, se non pensano di esserne capaci, siano almeno abbastanza modesti da riconoscere i loro limiti e rimettano il mandato, abbiamo ben presente i risultati ottenuti da questo tipo di ricette sulle economie di tanti paesi e sappiamo che ripeterle giova solo alle multinazionali e alle banche, aumenta la polarizzazione economica dei paesi impoverendo molti per arricchire pochi.

Morale: saremo poveri, malati e figli di puttana? O alzeremo la testa e ci scalzeremo il giogo?

Aggiornamento del 21 Maggio 2013

Anche Krugman (premio Nobel dell’economia) con almeno qualche mese di ritardo critica le misure di austerità dei governi europei (tecnici o politici che siano) vedi su Repubblica: http://www.repubblica.it/economia/2013/05/20/news/krugman_alesina_crisi-59213781/

 

Annunci

Una Risposta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: