Il San Raffaele e la sanità lombarda…

Erano gli anni’80 del secolo scorso quando mi capit di entrare per la prima volta al San Raffaele, in quanto ci ricoverarono mio padre, la mia sorpresa nel vedere che i corridoi erano coperti di moquette fu grande, quando, dopo vari esami, gli proposero di operarlo di ernia del disco cervicale, feci di tutto per scoraggiare mio padre dal farsi operare, per fortuna era fine luglio e l’equipe medica di neurochirurgia non era al completo, per cui ebbi buon gioco e riuscii a portare a casa il mi’ babbo integro.

Il ricordo di quella moquette verde scuro nei corridoi di quell’ospedale mi rimase in mente per anni e quando mi capitò di dovermi ricoverare mi tenni accuratamente al largo da quell’ospedale, le cose saranno certo cambiate con gli anni, ma che qualcuno abbia potuto accreditare quella struttura come ospedale mi è sempre parso strano.

Anni dopo, la struttura ambulatoriale che il San Raffaele aveva aperto in Corso di Porta Vittoria a Milano era, a quanto mi dicono, moderna e attrezzata, ma ancora non era stata accreditata dalla Regione Lombardia, so per certo che vi si facevano analisi del sangue, agli assistiti dal SSN, con presentazione dell’impegnativa e pagamento del ticket, ma le impegnative riempivano i sacchi della spazzatura, infatti gli impiegati le gettavano direttamente lì a fine giornata, in quanto la struttura non aveva convenzione, il solo ticket era sufficiente quindi a coprire i costi della prestazione.

La recente pubblicazione di intercettazioni sui colloqui tra Luigi Verzé (fondatore e presidente del San Raffaele) e potenti personaggi della politica,  dei servizi segreti e delle banche e gli scambi epistolari con il Presidente delle Regione Lombardia mi hanno chiarito molte cose che non riuscivo a capire.

Per avere un’idea della storia del San Raffaele e di Luigi Verzé:
La ricca famiglia di don Verzé. 1

 La ricca famiglia di don Verzé. 2

La ricca famiglia di don Verzé. 3

per un’idea delle diatribe nelle gerarchie cattoliche su proprietà e gestione del San Raffaele, ma non solo:

http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1348686

poi più recente:

http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2012/02/29/lux-in-arcana-la-bolla-di-federico-ii-e-quella-del-cardinale-bertone/

Annunci

Una Risposta

  1. […] che hanno tariffe pari o quasi all’ammontare del ticket, qualcosa vorrà dire vedi qui) e togliendo fondi a ricerca e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: