Ridere in faccia all’intolleranza: ieri, oggi e domani

la faccia come il culo

Tanti, nel manifestare solidarietà a Charlie Ebdo hanno fatto dei distinguo, anche il capo dei cristiano-cattolici, pur condannando la violenza specie in nome di Dio, ha detto che non si può insultare le religioni (si potrebbe aprire un dibattito su ciò che significhi: ciò che non si può fare, se fatto deve essere punito? e in che modo?), io non ho alcun interesse per i vari dei che si spartiscono il mercato dei fedeli, perciò ho visto solo una dozzina delle vignette pubblicate da Charlie Ebdo e alcune mi sono sembrate banali, altre volgari, tanto quanto i pantaloni a vita bassa o cadente, che hanno permesso a tante chiappe, più o meno pelose, e a tante pance e fianchi, più o meno cellulitici e debordanti, di disturbare il senso estetico degli incauti vedenti nell’ultimo ventennio (+ o -), altre invece mi sono parse acute ed efficaci, capaci di far sorridere a denti stretti di quanto avviene in tanta parte del mondo, attirando l’attenzione sul dramma di chi vive sulla sua pelle le proibizioni con cui molte religioni avvelenano la vita degli umani che si trovano sotto il loro giogo.

Per ciò esprimo a Charlie Ebdo la mia solidarietà senza condizioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: