Insicurezza e terrorismo

La pena che mi fanno, nella più parte dei casi, le fotografie dei terroristi che in questi anni pubblicano giornali e tv credo sia dovuta al fatto che, di solito, mostrano visi sperduti, visi di qualcuno che si attaccherebbe a tutto, pur di non guardarsi onestamente allo specchio. Alcuni di loro hanno qualche motivo, sono effettivamente brutti o insignificanti, ma la maggior parte hanno lineamenti normali, solo lo sguardo mostra il vuoto esistenziale che li attanaglia, e che essi cercano di riempire con la fede in un aldilà in cui cercano di credere, senza neppure riuscirci fino in fondo, infatti pare che prima delle azioni facciano uso di droghe che tolgono la paura, qualcuno sussurra addirittura che poi si mettano alla prova assaggiando Mortadella , Meraner wurstel, o addirittura Prosciutto San Daniele, non tutti superano la prova e ultimamente le defezioni sono sempre più numerose, per cui i dirigenti stanno correndo ai ripari somministrando salumi avariati, onde non rendere troppo difficile la prova agli aspiranti terroristi suicidi.

 

 

Il Gran Norcino si esprime sulla legge sul testamento biologico

Il Gran Norcino si esprime sulla legge sul testamento biologico

Il Gran Norcino della Chiesa Maialista Occidentale si esprime sulla legge sul testamento biologico, in esame attualmente in Parlamento, con un comunicato molto duro che le principali agenzie di stampa stanno cercando di ignorare, ne riportiamo perciò i passi principali pensando di fare cosa utile.

“Se non avessimo la possibilità in ogni momento di porre fine alla nostra vita terrena, come ci è stata donata dal Verro, si metterebbe in atto una bestemmia “ipso facto”, in quanto proprio la possibilità di rifutare un dono caratterizza il dono, altrimenti trasformato in obbligo e ponendo fine al concetto stesso di libero arbitrio e di libera scelta, di libera adesione al messaggio di comunione e di fratellanza tra tutti i mammiferi che si abbeverarono alle mammelle della Scrofa, Madre di tutte le madri.”

“Il concetto di “libero arbitrio”, che la Chiesa Maialista Occidentale ha in comune con quella Orientale e con molte altre Chiese, verrebbe messo in pericolo dalla legge in esame proprio nel momento in cui l’individuo, privato della possibilità di agire in proprio si affida ad altri, alla società, per meritare o meno la sua vita ulteriore o la sua ascesi, privandolo della possibilità di portare alle sue estreme conseguenze le sue scelte, lo si priva della possibilità di meritare o meno la vita ulteriore o l’ascesi”

La Chiesa Maialista Occidentale e quella Orientale, divise su questioni formali sono però sostanzialmente unite su quelle teologico-etiche, ci si attende a breve, secondo fonti vicine al Gran Norcino di Taipei, una considerazione di solidarietà in merito da parte dell’Assemblea dei Norcini Orientali.