A Stefania che commentò "Le anatre e il Tao"

Stefania, questo tuo commento vale per me
quanto una nomina a senatore a vita,
ti fò una riverenza ed arrossisco,
sfioro le tue scarpe col cimiero,
davvero non ne sono degno,
non fu che un caso, sul fiume,
vedere in quegli uccelli,
queruli, il tao,
no, non fui io,
fu il tao,
fu.